Categoria:

La conquista degli 8000

di Roberto Mantovani

Dopo decenni di audaci tentativi, dal 1950 al 1964 si consuma una vicenda che ai non alpinisti può sembrare ancora oggi una follia: la corsa alla conquista delle quattordici montagne più alte della Terra. I quattordici Ottomila. Fino a quel momento l’epopea dell’avventura esplorativa si era sempre rivolta a mete differenti, come le ultime terre emerse ancora sconosciute, le sorgenti dei grandi fiumi, il Polo Sud e il Polo Nord. Negli anni che seguono la Seconda guerra mondiale, la battaglia dell’Everest si allarga a tutte le montagne più alte del mondo. A raccontarla oggi sembra impossibile, ma a partire dagli anni 50 del secolo passato la corsa agli Ottomila si trasforma in una strana competizione tra le grandi potenze. Ognuna di queste ha infatti la sua montagna di riferimento: i francesi l’Annapurna, i tedeschi il Nanga Parbat, gli inglesi l’Everest; gli italiani il K2.
Ripercorrendo la storia dei quattordici anni che hanno segnato in profondità l’himalaysmo, l’autore propone una lettura degli eventi che, accanto ai fatti alpinistici, affianca analisi e contesti utili per allargare la comprensione di un capitolo di storia che oggi sembra lontanissimo nel tempo, ma che ha contrassegnato un’intera epoca cambiandone per sempre gli orizzonti.

__________________________________________________

Prezzo: 15,00 €
Pagine:
Pubblicato il: Maggio 2017
ISBN: 978-88-99340-34-6
Formato: 13,5 x 19,5 cm

Compra
Acquista on-line

About This Book